10 anni senza Michael Jackson

Scritto da il 25 giugno 2019

Ballerino, cantante, Icona indiscussa della musica pop degli anni 90. A distanza di 10 anni esatti dalla sua morte, Michael Jackson è tutt’oggi amato da milioni di fan nel mondo, orfani della sua indimenticabile voce e dell’amore che ci metteva in ciò che faceva. Ma ogni medaglia ha sempre due facce. Se c’è chi lo adora, c’è anche chi gli è avverso per i suoi scandali, i suoi vizi e le accuse di pedofilia

Quel triste 25 giugno 2009 non potrò mai dimenticarlo. Avevo 20 anni e adoravo Michael Jackson. Da “bambino degli anni 90” (come piace definirmi) ero cresciuto ascoltando le sue canzoni e emulando le sue movenze. Michael Jackson non era solo canzoni stupefacenti e una voce che ti entra nell’anima, era il simbolo di quegli anni. Un fenomeno mediatico come pochi.

Appresi della notizia della sua morte dal telegiornale e improvvisamente il mondo non era più a colori, ma in bianco e nero…

Autore di alcune delle canzoni più belle e importanti degli ultimi 40 anni, Jackson è un mito e al tempo stesso un enigma. Più volte accusato di pedofilia, viene scagionato da tutte le accuse e non viene mai abbandonato dai suoi moltissimi fan. Il recente documentario Leaving Neverland ha riaperto la questione delle accuse su due minori che a quel tempo erano soliti frequentare la sua residenza/parco giochi.

 

THIS IS IT TOUR

La notizia che Michael Jackson sarebbe tornato sulle scene, era ancora fresca quando morì all’età di 50 anni nella sua casa di Holmby Hills a Los Angeles. Il “This Is It Tour” sarebbe dovuto essere il più grande tour di tutti i tempi con ben 50 date tutte all’ O2 Arena di Londra, innumerevoli effetti speciali e una scaletta di circa 30 hit. Un ritorno che per il re del Pop doveva segnare la sua rinascita (mancava sui palchi da 12 anni con l’HIStory world tour) ma anche la fine e l’addio definitivo dalle scene:

 

«Voglio solo dire che questo sarà il mio show definitivo a Londra. Quando dico Questo è tutto, significa veramente Questo è tutto»

(Michael Jackson alla conferenza stampa del This Is It Tour, il 5 marzo 2009)

(Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Michael_Jackson)

 

L’Eredità lasciataci da Michael Jackson

Michael Jackson è stato fonte di ispirazione e di influenza per numerosi altri artisti di fama internazionale, tra i quali Madonna, Prince,  Jamiroquai, George Michael, Justin Timberlake e tanti altri.

È considerato l’inventore dei videoclip musicali. I video di diverse sue canzoni, inclusi quelli di Billie Jean, Beat It Thriller, hanno trasformato i video musicali in una forma di cortometraggio e in uno strumento di promozione.

Il suo album Thriller del 1982 è il disco più venduto di tutti i tempi non solo per il testo e la musica ma anche per la danza di cui Jackson è maestro. Suo è il famoso passo “Moonwalker”, rimasto leggendario e inimitabile.

Ma ovviamente la più grande eredità che Michael Jackson ci ha lasciato, sono le sue canzoni. Forse Michael Jackson rimarrà sempre il più grande enigma della storia, forse era un bambino che non ha avuto mai il coraggio di riuscire a crescere, ma, checché se ne dica su di lui, non si può rimanere affascinati dalla magica atmosfera che la sua voce è in grado di creare.

Vincenzo Storti

Content Marketing Manager | Copywriter.
A Radio Punto Nuovo dal 2012.
Nato estremamente curioso, sono perennemente alla ricerca di cose innovative e che sappiano comunicare bene la loro essenza.
Sempre tanta musica nelle orecchie e un buon film d'autore davanti agli occhi.
Motto: "L'unico vero realista è il visionario " - (Fellini)
____________________________________
vincenzo@radiopuntonuovo.it
Vincenzo Storti

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi