Ad Animali Fantastici il viaggio di Pina, l’avvoltoio più raro d’Italia

Scritto da il 19 settembre 2022

Nato in Toscana e diretto in Mali, il viaggio di un rarissimo esemplare di Capovaccaio per crescere e (speriamo) riprodursi

 

Ad Animali Fantastici il viaggio di Pina, l’avvoltoio più raro d’Italia.

A raccontarcela Rosario Balestrieri – Ornitologo e Presidente dell’Ass.  Si tratta di un rarissimo avvoltoio nato in Toscana al CERM (CERM Centro Rapaci Minacciati), Pina, questo il nome del giovane Capovaccaio è munito di GPS che ha descritto il suo percorso, che da Gragnano, lo ha condotto a Capri dove ha trascorso la lotte su monte Solaro, per poi giungere in Cilento dove è rimasto qualche giorno prima di riprendere il viaggio verso l’Africa.

“In questo momento e sulla costa sud occidentale della Sicilia e sta provando a superare la barriera ecologica più importante per il suo viaggio migratorio, il Canale di Sicilia”.

 

L’esemplare di capovaccaio Pina (ph. Alfredo Galietti)

L’esemplare di Capovaccaio resterà qualche anno in Mali dove, una volta raggiunta la maturità sessuale, tornerà in Italia per riprodursi. “In Campania il capovaccaio si è estinto negli anni ’70, attualmente in Italia esistono pochissime coppie messa a rischio da pale eoliche, cavi elettrici, bracconaggio e non ultimo i cambiamenti climatici. Quindi ci auguriamo che Pina ritorni per contrinbuire alla sopravvivenza della specie”.

 

Ascolta l’intervista completa a Rosario Balestrieri

 

 

Katia Manna

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi