Animali fantastici: le regole per i bambini in spiaggia

Scritto da il 7 giugno 2022

Con l’arrivo dell’estate prevale la voglia di spiaggia, sole e mare dimenticando (troppo spesso) di essere semplici ospiti delle infinite ed azzurre distese che appartengono ai pesci ed a tutte le infinite creature marine che lo popolano. Ecco alcune regole per rispettare la fauna marina, anche in vacanza

Animali fantastici, le regole per i bambini in spiaggia

Nell’ultimo appuntamento di Animali Fantastici, in onda ogni venerdì alle 11.25, con la giornalista e appassionata di animali Silvana de Dominicis, abbiamo parlato dell’importanza di tutte le forme marine e di quanto sia fondamentale rispettare la loro vita ed il loro habitat.

Ecco cosa ci ha raccontatop:

“Con l’arrivo dell’estate prevale la voglia di spiaggia, sole e mare dimenticando (troppo spesso) di essere semplici ospiti delle infinite ed azzurre distese che appartengono ai pesci ed a tutte le infinite creature marine che lo popolano.

Purtroppo, con incoscienza e superficialità, molti bambini catturano con secchielli e retini pesciolini, granchietti, polipetti, meduse il cui destino è segnato da quello che in molti credono essere un semplice gioco ma che invece diventa una troppola mortale per i tanti organismi viventi ospiti del mare.

La temperatura dell’acqua in un secchiello dimenticato al sole raggiunge in pochissimi minuti anche i 40 gradi, un livello letale per i poveri pesciolini catturati.

Una morte inutile ed orrenda che molti genitori, erroneamente, la reputano come attività ludica per far divertire i figli.

Le meduse che sono tra gli organismi più temuti in quanto urticanti ( solo i tentacoli per la precisone) vengono catturate ed insabbiate, una pratica allucinate e crudele che non ha giustificazione alcuna essendo il mare il loro habitat e noi esseri di passaggio che usurpiamo tutto.

La cattura delle meduse e la loro uccisione ( come l’uccisione di altre forme viventi) è un REATO PENALE in quanto commettere violenza su di esse significa arrecare anche un gravissimo danno all’ecosistema essendo creature plantoniche regolatrici delle maree, delle catene alimentari e di tante altre funzioni indispensabili al pianeta.

Tirare fuori dall’acqua stelle marine per farsi un selfie è un’azione a dir poco insulsa che mette a rischio la vita di questi meravigliosi esemplari per un semplice scatto.

Tante possono essere le azioni commesse da noi umani dalle conseguenze irreversibili.

Azioni che vengono scambiate come normalità ma che di normale non hanno nulla, soprattutto se si tratta di arrecare danno ad altre forme viventi”.

 

Foto di Mike Brice da Pixabay

 

ASCOLTA ANIMALI FANTASTICI

 

Katia Manna

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi