Avellino, Braglia rilancia: “Ancora tosti. Bestemmie? Non siamo in chiesa”

Scritto da il 4 giugno 2021

“Mi auguro di vedere un Avellino tosto e caparbio come sempre”. Piero Braglia è già carico per la semifinale d’andata con il Padova in programma allo stadio “Euganeo” domenica sera alle 20.45. “Ma dovremo però valutare alcuni calciatori, ci sono elementi stanchi e acciaccati – ha aggiunto il tecnico biancoverde – l’importante sarà non scendere di livello sul piano delle motivazioni. Per fortuna si giocherà di sera e avremo avuto un po’ di tempo per recuperare”.

Ha fatto discutere la stangata del giudice sportivo, in particolar modo a finire nel mirino sono state le squalifiche a sorpresa di Forte e Adamo per espressione blasfema rilevata dai funzionari della procura federale e dai commissari di campo. “Una volta la procura si occupava soltanto che all’arrivo dei pullman allo stadio tutto si svolgesse correttamente – ha spiegato Braglia – non esiste che ora facciano i preti. Faccio fatica a capire come si sanziona una bestemmia, a volte con una squalifica e altre semplicemente con un’ammenda. Siamo in un campo di calcio, non in chiesa. Dispiace ma può scappare perché ci si gioca tanto. La procura non deve essere locale. La cosa che dà più fastidio è che scrivono nascondendosi dietro a una penna. Ora però non serve piangersi addosso”.

Il Padova: “E’ una squadra costruire per vincere con calciatori in grado di fare la differenza. Conosciamo le loro potenzialità. Le condizioni dei singoli: “Luigi Silvestri non sta ancora bene, non è reattivo nel breve. Maniero sta facendo dei playoff importanti sotto il profilo dell’impegno. Pane? E’ un portiere affidabile, sono tranquillo”.

 

 

Claudio De Vito

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi