Avellino, Musa: crediamo nella rimonta, sfortunati con gli arbitri ma no complotti

Scritto da il 26 marzo 2019

Torniamo a giocare in casa dopo tanto tempo, speriamo nel supporto dei nostri tifosi in questa fase del campionato. Affrontiamo due formazioni che hanno ancora obiettivi importanti, quindi non si può abbassare la guardia. Le squalifiche di Montella e La Penna? Ci sono dei regolamenti, li abbiamo ‘sfruttati’ noi poco tempo fa, non ci si può far molto. L’Aprilia ci ha chiesto di giocare il 20, ma al Partenio-Lombardi c’erano dei lavori. A quel punto però si poteva giocare nella data originale, ma proprio l’Aprilia non si è opposta al rinvio d’ufficio. Il primo posto? Io ci credo, ci sono ancora parecchie gare e può succedere di tutto”, così Carlo Musa alla vigilia del delicato match interno con l’Aprilia e nel bel mezzo della volta finale del campionato, ma toccando svariati temi legati al momento dell’Avellino.

Il Direttore sportivo biancoverde aggiunge: “Il fatto che il Lanusei segni sempre nel finale è casuale, fa parte del calcio. E non penso che giocare mezzora prima di loro possa influire per chissà quale complotto. Tribuzzi? Non ha accordi con altre squadre, ha piuttosto più volte espresso l’idea di voler restare qui, ne parleremo comunque a fine stagione. Il mio contratto scade il 30 giugno, ma siamo concentrati sulle partite, non ho quindi ancora parlato di questo con la società. Qui sto bene, ma dipenderà da tante componenti. Con De Cesare ci sentiamo spessissimo, crede in questa rimonta. Avrà qualche idea sul futuro ma ora ci sta spronando per far bene da qui alla fine. Alfageme? Eravamo subito convinti di aver interpretato bene il regolamento, ma si è voluto evitare rischi e non lo abbiamo schierato per tre giornate, a posteriori siamo stati penalizzati. Con gli arbitri siamo stati sfortunati, possono sbagliare ma non è il caso di parlare di congiure e non voglio fare polemiche su questo argomento”.

Dino Manganiello

Nato ad Avellino nel 1965. Giornalista dal 1994, professionista dal 1998. In carriera, con la qualifica di inviato per testate nazionali, decine di campionati di serie A, ma anche Europa League, Champions, ed al seguito della Nazionale italiana tre Europei (Portogallo 2004, Austria-Svizzera 2008 e Polonia-Ucraina 2012) e due Mondiali (quello trionfale in Germania nel 2006 e Sudafrica 2010).
Radiocronista ufficiale e autore a Radio Punto Nuovo dal 2013.
____________________________________
dino@radiopuntonuovo.it
Dino Manganiello

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi