Braglia: Sudtirol avversario peggiore, serviranno ritmo e cattiveria

Scritto da il 28 maggio 2021

“Non è stato un bel sorteggio per noi. Qualcuno guarda al nome dell’avversario, ma vi assicuro che abbiamo pescato la squadra peggiore. Una squadra che ha un gruppo che in larga parte gioca da tempo insieme, che ha dei valori importanti con elementi veloci, una società solida e un allenatore che lavora bene e che non a caso è accostato a panchine di club di categoria superiore. Noi stiamo gestendo le energie, anche nervose, bisogna prepararla bene perché sarà una partita molto difficile. Ma lo sarà anche per loro e comunque anche loro hanno ambizioni e quindi non saranno senza pressioni”, così Piero Braglia a due giorni dalla sfida interna contro il Sudtirol, andata del quarto di finale dei playoff.

Il tecnico biancoverde aggiunge: “Giocare con il caldo non è il massimo, ma ci sono le tv… Ed anche questa storia che domenica non ci saranno tifosi da noi, e lì a Bolzano invece sì, non è bella. Tornando alla partita, noi dobbiamo giocare sul ritmo, sulla determinazione, sulla cattiveria agonistica, doti che rispecchiano la maglia che portiamo. Gestione del doppio confronto? Vanno giocate un passo alla volta, e creare cammin facendo il piano partita. Errico? Sta bene, ma c’è il problema di dove collocarlo. Non possiamo snaturarci, deve calarsi lui nel nostro contesto. E dovrebbe farci vedere davvero come può darci una mano. Le diffide? Dobbiamo stare attenti, ma non è un fattore determinante. Luigi Silvestri ha ancora qualche fastidio ma già adesso uno spezzone di gara può farlo”.

Dino Manganiello

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi