Campania da scoprire: il Museo Archeologico di Pontecagnano

Scritto da il 18 giugno 2021

A Pontecagnano il Museo Archeologico racconta degli Etruschi di Frontiera. Inaugurata la mostra “Dalla parte dei bambini. Nuove scoperte per nuovi racconti”.

 

In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, l’appuntamento di Campania da scoprire è stato dedicato al Museo Archeologico di Pontecagnano.

A guidarci la tour manager Annalisa Accetta che ha scelto questo museo poco noto ma degno di una visita, soprattutto in questo periodo. Proprio oggi 18 giugno, infatti, è stata inaugurata la mostra “Dalla parte dei bambini. Nuove scoperte per nuovi racconti”.

I corredi di due tombe infantili del IV secolo a.C. introducono alla scoperta del mondo dei bambini nell’antichità e del loro ruolo nella società: i vasi miniaturistici e le statuette li proiettano verso identità che non hanno avuto il tempo di ricoprire, il cinturone e lo strigile alludono al ruolo guerriero del maschio adulto che condivide gli ideali della pratica atletica e del simposio, il lebete nuziale e gli oggetti da toeletta tipici della donna sposa e madre per la bambina.

 

Quella offerta dal Museo di Pontecagnano è un’occasione imperdibile per avvicinare il pubblico ai temi dell’archeologia e della tutela del patrimonio attraverso l’esposizione in tempi molto rapidi delle nuove scoperte provenienti dal territorio degli “Etruschi di frontiera”. Pochi sanno che gli Etruschi arrivarono in Campania fino al Picentino, che è il fiume che attraversa Pontecagnano, e che il museo, con la sua esposizione, racconta di questo insediamento attraverso le opere esposte.

Una visita da fare con tutta la famiglia, consiglia Annalisa, grazie ad un percorso facile e ricco di didascalie.

 

 

ASCOLTA L’INTERVISTA AD ANNALISA ACCETTA

 

Katia Manna

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi