Campania Wine: la Campania sa fare squadra

Scritto da il 28 maggio 2022

La Campania sa fare squadra. Lo ha dimostrato in questa prima edizione del Campania.Wine.

I consorzi di tutela dei vini campani si sono incontrati lo scorso 22 e 23 maggio nel Palazzo Reale a Napoli.
Rita Petolicchio, vice presidente del Consorzio Gruppo Eventi ha sottolineato la particolarità e importanza di questa iniziativa.


La ricchezza della Campania nella varietà dei vini
, uno dei punti di forza del Campania Wine come ha sottolineato Cesare Avenia, presidente del Consorzio Tutela dei Vini di Caserta Vitica. La Campania si unisce e da un bel messaggio anche secondo Andrea Ferraioli, presidente del Consorzio di tutela dei vini di Salerno e provincia,  Vita Salernum Vite. I consorzi sono risorse importanti soprattutto per i piccoli imprenditori come ha tenuto a precisare Libero Rillo, presidente del consorzio di tutela dei vini del Sannio. La magìa di una cornice così prestigiosa è un segnale importante secondo Ciro Giordano, presidente del Consorzio di tutela dei vini del Vesuvio. Indirizzare il consumatore nella degustazione è fondamentale secondo Teresa Bruno, presidente del consorzio di tutela dei vini irpini. Tutto questo aiuta a portare la Campania in giro per il mondo secondo Cristina Leardi, presidente del consorzio di Yutela del Piennolo del Vesuvio.

 

A latere di Campania Wine arriva il riconoscimento per i 60 ristoranti campani che hanno puntato maggiormente sui vini campani. La logica di questa iniziativa nelle parole di un decano del giornalismo enogastronomico, Luciano Pignataro



Un’iniziativa gastropolitica straordinaria il Campania Wine che traccia un sentiero che parte dal Sud,  così l’ha inquadrata l’esperto enologo lombardo Edoardo Raspelli

 

 

Un clima straordinario come ha sottolineato anche la conduttrice Veronica Maya presente nella due giorni a Palazzo Reale di Napoli

 

La pizza viaggia di pari passo con il vino. Ecco perché al Campania Wine non ci siamo sorpresi di incrociare tra i partecipanti , l’imprenditore napoletano Gino Sorbillo che ha spiegato come la pizza fritta possa essere accostata al vino

 

Centocinquanta cantine della Campania,  produttori di vino per oltre 600 etichette diverse. Ecco la testimonianza di alcuni


Ecco la testimonianza di altre cantine presenti


La ristorazione si insegna anche e soprattutto a scuola. Al Campania wine abbiamo incontrato anche il docente di enogastronomia, il professor Antonio Buonincontri dell’Istituto Superiore di Striano e Terzigno



Bruno Gaipa

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi