Caso Sidigas, Nittolo: “Determinante il concordato, per la cessione decide Scalella”

Scritto da il 10 ottobre 2019

Al ‘Pomeriggio da Supereroi’ su Radio Punto Nuovo, sul tema del sequestro dei beni Sidigas, è intervenuto l’avvocato Edonolfo Nittolo: “Gli scenari fondamentalmente non cambiano. Dal dispositivo si evince che non c’è legame tra il concordato e il sequestro preventivo. Le cose viaggiano su due binari diversi, ma è sempre la proprietà a decidere sui propri beni, sempre con il vincolo dei commissari. Ora si gioca tutto con il concordato: il sequestro riduce l’operatività, ma lo snodo è il concordato perché dal piano di rientro dipende il futuro dell’Avellino. La cessione? Decide l’amministratore, dev’essere lui ad avere questa volontà, con i commissari che potrebbero tutelare il valore. Ho dubbi piuttosto che un gruppo con tanti problemi possano preoccuparsi ad un asset ‘minore’ come l’Avellino calcio, quindi capisco la preoccupazione dei tifosi, ma tocca aspettare appunto il concordato”.

Ascolta l’intervento dell’avvocato Edonolfo Nittolo

 

Dino Manganiello

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi