Covid, De Luca: “Coprifuoco ad Halloween. Stretta sulla movida”

Scritto da il 16 ottobre 2020

“Le mezze misure non servono più a niente, prima prendiamo decisioni forti meglio è. Se tardiamo ci avviciniamo al momento in cui saremo costretti a prendere decisioni ancora più gravi ma con l’acqua alla gola. E’ responsabile prendere oggi decisioni difficili senza attendere oltre, se vogliamo salvare vite dei nostri concittadini”. Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca su Facebook. “Vi chiedo comprensione e collaborazione. A volte vengono assunte decisioni difficili, ma mai a cuor leggero. L’amarezza è che basterebbe avere comportamenti responsabili da parte di tutti per risolvere i problemi. Le forze dell’ordine e le polizie municipali facciano il necessario. Al 90 per cento di persone e famiglie perbene, che hanno compreso la situazione, chiedo di aiutarci e di avere comprensione”. Quanto alla scuola, De Luca ricorda che il rischio contagi non si crea all’interno, ma con gli assembramenti all’ingresso e in uscita: “Non abbiamo chiuso le scuole ma disposto la didattica a distanza per due settimane. Dobbiamo usare questi giorni per misure che potenzino le linee di trasporto e differenzino gli orari degli studenti, anche ricorrendo a turni pomeridiani”.

“Nel weekend di Halloween, americanata che è monumento all’imbecillità, chiuderemo tutto alle 22. Sarà il coprifuoco, non sarà consentita neanche la mobilità”.  Prosegue De Luca, secondo il quale la diffusione del covid impone “lo stop alla movida”. “Probabilmente potremo decidere un blocco della mobilità dopo la mezzanotte anche prima di quel weekend. Sentiremo il Viminale, perché se decidiamo una misura del genere occorrono controlli e sanzioni rigorose. Chi diffonde l’epidemia non usando le mascherine deve essere considerato autore di un reato. Con questi numeri non si può scherzare. L’obiettivo è tenere in piedi 80-90 per cento delle attività economiche, se la gente ci aiuta indossando le mascherine ed evitando uscite irresponsabili di notte”. “Sono ormai inutili gli appelli alla responsabilità, la movida va chiusa. I fatti dimostrano che c’è un’alta percentuale di irresponsabili che continua a non capire. E invece indossando sempre la mascherina si potrebbe abbattere del 90 per cento il contagio. Si continuano a vedere giovani che parlano senza protezione a 50 centimetri di distanza. Se andassimo avanti così senza intervenire, fra tre settimane saremmo costretti a prendere decisioni ancora più nette e dolorose”.

Latest posts by Valentina Ripa (see all)

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi