Donna uccisa a Modena: il presunto killer è napoletano

Scritto da il 10 ottobre 2018

È un frammento bruciato di un libro di scuola uno degli elementi decisivi nell’indagine che ha portato i carabinieri di Modena, coordinati dalla Procura della città emiliana, a individuare il presunto omicida di una giovane donna romena, uccisa e data alle fiamme. Una persona pericolosa, assolutamente priva di controllo e di empatia verso le vittime: così la Procura di Modena definisce l’uomo finito in carcere: 34 anni, originario di Napoli, cuoco di professione. Il comportamento che emerge “è quello di un vero e proprio criminale seriale capace di arrivare sino all’omicidio”, scrivono i pm nella richiesta di custodia cautelare, accolta dal Gip.

L’indizio chiave che ha portato all’arresto dell’uomo è arrivato da un manuale scolastico, trovato tra le ceneri della catasta, che sulla copertina riportava il nome della figliastra dell’indagato. Oltre all’omicidio, l’uomo sarebbe sospettato anche di altri due casi di violenza a donne: un’aggressione sessuale a una giovane in un garage a Zocca, il 28 agosto, e un possibile tentativo di sequestro di una ragazza straniera a Savignano.

 


Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi