Furbetti all’Asl di Avellino: 27 condanne in primo grado

Scritto da il 18 ottobre 2021

Ventisette condanne e sei assoluzioni ad Avellino nel processo di primo grado nei confronti di 33 dipendenti ed ex dipendenti della Asl locale accusati di assentarsi dal lavoro dopo aver “strisciato” il badge. Il giudice monocratico, Pier Paolo Calabrese, ha inflitto condanne che vanno dai nove ai tredici mesi per 27 imputati di falso ideologico e truffa. In sede civile verrà quantificato il risarcimento che ognuno dovrà corrispondere all’Asl. Assolti sei imputati per non aver commesso il fatto. L’inchiesta, coordinata dall’ex Procuratore capo, prese avvio sei anni fa e si avvalse di numerose ed esplicite immagini girate dalle telecamere nascoste installate nella sede della Asl dagli investigatori. Contestualmente al rinvio a giudizio, l’allora dg della Asl di Avellino, Mario Ferrante, dispose la sospensione dal lavoro degli indagati e costituì l’ente in giudizio come parte civile. I difensori degli imputati condannati hanno preannunciato ricorso in appello. Ai tempi del dibattimento in secondo grado è affidata la possibilità della prescrizione dei reati contestati.

Latest posts by Valentina Ripa (see all)

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi