I botti di Capodanno uccidono gli animali

Scritto da il 31 dicembre 2021

Sono centinaia gli animali morti o dispersi ogni anno a causa dei botti. “No Botti, si party”, la campagna dell’Ente Nazionale Protezione Animali

 

Ogni anno migliaia di animali vengono spaventati, uccisi, dispersi da botti, petardi e fuochi d’artificio; le Amministrazioni comunali spendono complessivamente milioni di euro dei cittadini per organizzare spettacoli pirotecnici in occasione di sagre, festività patronali e feste di piazza.

A ciò si aggiungono le migliaia di cittadini disturbati o feriti da queste pratiche che spesso sono anche oggetto di commerci illegali e pericolosi per tutta la collettività.

A Radio Punto Nuovo è intervenuta Giovanna Giordano, volontaria dell’ENPA sezione di Napoli, per parlare dell’iniziativa di sensibilizzazione “No botti, si party” che punta a ridurre lo scoppio di fuochi e petardi in occasione delle festività per l’ultimo dell’anno. Giovanna Giordano ha ricordato come il fragore dei petardi, dei fuochi d’artificio e dei botti spaventano tantissimo gli animali. Lo shock, oltre a causare loro spesso un infarto, può portarli a perdere l’orientamento, se sono fuori casa: smarrimento, paura e ansia li inducono alla fuga, e in quel caso possono provocare incidenti.

C’è la possibilità di proteggere gli animali che abbiamo in casa dallo stress causato dai botti?

Giovanna Giordano ci ha dato alcuni consigli.

Ascolta qui

Katia Manna

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi