Il digiuno: ecco gli svantaggi

Scritto da il 19 aprile 2021

Chi ad esempio, alzandosi al mattino, esce a camminare dopo il digiuno notturno, beneficia dei vantaggi della calma glicemica e della freschezza NEURALE, chiedendo al fegato il suo contributo, quale quello di mettere in circolo il glucosio, senza cercarlo nella colazione e quindi risparmiandosi di produrre insulina.

Raggiunte le 16-18 ore, potremo sedere a tavola e, con moderazione, approvvigionarci per le seguenti 6-8 ore.

Ma è altresì vero che qualcuno pensa furbescamente di alterare, a proprio piacere, il grado di tolleranza massima, fin dove l’organismo riesce a spingersi.

Gli sportivi seri, ciclizzano il digiuno prettamente quando hanno da recuperare, dopo che si sono spinti ad oltranza negli allenamenti e devono chiudere un po’ il gas.

Chi invece gioca a dadi con la salute, usa il digiuno anche per 4 giorni a settimana, specie se assalito dai sensi di colpa che seguono le festività.

In una parola: stress.
In due parole: capperi tuoi.
In tre parole: come farsi male.

Per saperne di più ascolta l’intervento ai nostri microfoni del coach Elio Iannaccone

 

Bruno Gaipa

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi