Il Faito perde Giovanni Somma, patron del ristorante Cinciallegra

Scritto da il 8 maggio 2020

Giovanni Somma, patròn della Cinciallegra è improvvisamente morto lasciando un vuoto nel cuore di chi l’ha conosciuto. La Cinciallegra, un locale alle prime curve del Faito verso la vetta della montagna, da decenni è stato punto di riferimento per turisti ed appassionati della montagna con piatti genuini ma dal gusto unico. Giovanni era una delle figure più carismatiche della montagna, si era formato alla scuola del padre di Antonino Cannavacciuolo ed insieme alla moglie Cristina portava avanti la sua attività. Non solo cucina, Giovanni si dedicava anche all’accoglienza di clienti e turisti non perdendo mai occasione di raccontare le bellezze del Faito. In tanti hanno affidato ai social parole di cordoglio. Anche la Deputata stabiese Di Lauro, da sempre sensibile al Faito, ha lasciato un ricordo di Giovanni con un video «Mi colpì la sua genuinità, la sua comunicazione senza filtri. Mi raccontó di aver girato il mondo e di aver scelto, poi, di stabilizzarsi sul Faito. Del suo amore per quel posto, del fatto che di notte, quando non riusciva a dormire, andava sul suo balcone e ascoltava i rumori del bosco… mi disse che gli piacevano in particolare i gufi. Giovanni se ne è andato all’improvviso lasciando tanta tristezza in chi aveva incrociato la sua strada. Mi stringo al dolore della famiglia e della comunità del Faito che oggi perde un pezzo importante della sua storia e identità. Qui un pezzetto del tempo che trascorremmo insieme. Ciao Giovanni».


Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi