L’Avellino riparte: facciamo sul serio, sarà un organico competitivo

Scritto da il 18 giugno 2021

Nella splendida cornice di Villa Solimene, archiviata l’amarezza per la semifinale playoff persa per mano del Padova, si è alzato il sipario sulla nuova stagione dell’Avellino. Come ampiamente previsto, nel segno della continuità. Avanti con Salvatore Di Somma e Piero Braglia, quindi.

“Sapete tutti come abbiamo iniziato, tra tante difficoltà. Adesso siamo in una condizione migliore, forse più avanti di tanti altri club”, è stato l’incipit del patron Angelo Antonio D’Agostino. Che ha aggiunto: “L’Us Avellino è patrimonio di tutti, abbiamo sempre detto che siamo nella fase di gettare le basi per un grande futuro, e adesso possiamo dire che siamo sulla strada giusta. Peccato per il sogno sfumato, ma si è subito girato pagina. dando continuità al progetto con la conferma doverosa di tecnico e Ds, cercando di non commettere gli errori fatti in passato e proseguire in un progetto che è ben chiaro: allestire una squadra per fare meglio. Facciamo sul serio, ci crediamo tutti, ma la promessa di vincere il campionato è difficile da fare perché il calcio non è una scienza esatta. Però, pensate, avevamo già pronta la fideiussione per la B. La campagna abbonamenti? Se resta l’obbligo dei mille spettatori, non si può fare molto. Il prossimo campionato sarà difficile, ci saranno tante piazze importanti, si dovrà fare uno sforzo economico maggiore ma direi che anche gli altri dovranno temere noi. La riforma? Penso che per questa stagione non si fa nulla”.

“Ci riproveremo con ancora più forza per dare una gioia a questa piazza e a questa società”, arringa Piero Braglia. Il tecnico aggiunge: “Abbiamo parlato, siamo convinti di quello che dobbiamo fare, quest’anno abbiamo una base importante e faremo tesoro di quello che non è andato per il verso giusto la scorsa stagione. Sono tranquillo e fiducioso, le garanzie le ho avute dalla società. Una squadra che vuole puntare in alto ovviamente non cede i pezzi migliori, a meno che non ci sia un evidente tornaconto. Il mio contratto? Sarà ancora annuale”.

La parola passa poi a Salvatore Di Somma: “Con il 3-5-2 abbiamo fatto un discorso importante toccando con mano la B, se il mister vuole cambiare qualcosa, tocca a lui decidere. Gli intoccabili? Non ci sono, dipende dalle offerte, come sempre. La scorsa stagione qualche errore lo abbiamo commesso, ne faremo tesoro”.

 

 

Dino Manganiello

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi