Le mani della Mafia sulle scommesse, sequestri anche in Campania

Scritto da il 8 giugno 2020

Un’operazione della Guardia di Finanza, coordinata dalla DDA di Palermo, ha portato al sequestro di beni per 40 milioni di euro e all’arresto di 8 presunti affiliati a Cosa Nostra che, secondo le indagini, si era infiltrata nella gestione dei centri scommesse mettendo radici, con proprie agenzie, anche in Campania, in particolare a Napoli e in provincia di Salerno. Le agenzie avevano tutte una regolare concessione governativa. Un giro d’affari da 100 milioni di euro. Le accuse sono di partecipazione e concorso esterno in associazione di stampo mafioso, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori, reati aggravati dalla finalità di aver favorito i clan palermitani.


Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi