MADE IN ITALY: SALVIAMO IL SETTORE ORAFO

Scritto da il 25 maggio 2021

Il settore orafo in Campania consta di circa 3000 aziende di filiera di cui 1000 produttive, 12.000 addetti ed 1 miliardo  di giro d’affari. E’  un settore da salvaguardare anche perché vanto della”Made in Italy”, ma c’è bisogno di aiuti istituzionali su tre punti in particolare:

1) innovazione tecnologica;

2) internazionalizzazione;

3) cambio generazionale.

Lo sottolinea l’Economista Gianni Lepre, intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Punto Nuovo:  “Per l’innovazione tecnologica le aziende, anche quelle commerciali, possono usufruire del credito d’imposta, un’ottima opportunità da cogliere per potersi rinnovare ed essere  più competitive sui mercati nazionali ed internazionali a costi pari quasi a zero o addirittura a meno di zero. Per quanto riguarda l’internazionalizzazione e’ semplice, basta dare non soltanto un aiuto sul rimborso delle partecipazioni alle fiere, che già ci sono, ma anche fiscalità di vantaggio e sgravi contributivi sulle quote di export”.

La nota dolente riguarda invece il cambio generazionale: “Per quanto riguarda infine   il cambio generazionale il discorso è complesso perché si rischia tra qualche decennio di azzerare il settore orafo, perché gli artigiani, nell’ impossibilità di assumere apprendisti per il costo di retribuzione alto, rischiano di far morire con loro la loro sapienza e manualità. Per cui occorre il riconoscimento di “Bottega Scuola” con il contributo alla paga del giovane da parte dello Stato ed il riconoscimento della qualifica di “maestro” all’artigiano. Non dimentichiamoci che anche Giotto, Michelangelo e tutti gli altri grandi artisti ebbero bisogno di andare in bottega a sviluppare il loro ingegno”.

Ascolta l’intervento di Gianni Lepre per intero qui:

 

Simonetta de Chiara Ruffo

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi