Madonna di Civitavecchia: arriva la rivelazione choc

Scritto da il 21 febbraio 2020

Madonna di Civitavecchia: 25 anni dopo arriva la rivelazione choc . Le lacrime erano il sangue di una ferita umana

La storia riguarda la Madonnina di Civitavecchia , una statuina che non si trovava in un luogo di culto ma nel cortile di casa di una normale famiglia . La statua da 25 anni comunica con i propri fedeli attraverso le lacrime di sangue ed è custodita nella chiesa di Sant’Agostino. Dove fu portata pochissimi giorni dopo la sua prima “lacrimazione”

Quando inizia la storia della Madonnina di Civitavecchia

Tutto comincia il 2 febbraio 1995, quando per la prima volta nel cortile di una normale casa a Borgo Pantano,  di la piccola Jessica Gregori vede un liquido rosso, risultato poi sangue umano maschile, scendere dal viso della statuetta. Da quel momento il caso divide Diocesi di Civitavecchia e il Vaticano che non si è ancora espresso ufficialmente sulle lacrimazioni e continua a destare attenzione nell’opinione pubblica. Il vescovo ha istituito una Commissione Teologica Diocesana d’inchiesta. Le indagini, nonostante lunghe e condotte in tutte le direzioni, non rivelano alcun dolo nei confronti della famiglia Gregori. La Commissione si riunisce 13 volte, la prima il 19 aprile 1995 e l’ultima il 22 novembre 1996.

Madonna di Civitavecchia: 25 anni dopo arriva la rivelazione choc

A 25 anni di distanza, Ivano e Leandra, una coppia romana decide di raccontare cosa è successo davvero quel pomeriggio.  La coppia è in gita con la moto quel pomeriggio a Pontano ( Civitavecchia) e Ivano, si ferma e si avvicina alla statuetta della Madonna per fare il rituale segno della croce e baciarla. Non si accorge che la sua mano è ferita ( dal filo dell’acceleratore) e che versa sangue con il quale imbratta il volto della stessa statuetta. Di lì la scoperta della piccola Jessica e l’esplosione di un caso che ha diviso Chiesa ed opinione pubblica ma che ha generato 25 anni di intenso pellegrinaggio.

25 anni di tormenti e ansie per la coppia

In questi 25 anni i due sono tormentati da ansie, rimorsi e la consapevolezza di aver acceso un rito da un equivoco. Il sollievo lo trovano in un’intervista inedita, redatta da due croniste appassionate, Vittoriana Abate ( giornalista Rai) e Maria Teresa Fiore ( ex direttore tg1). L’intervista ha dato vita al libro Il segreto delle lacrime (Graus Editore)

Madonna di Civitavecchia: le altre 13 lacrimazioni

La Madonna ha lacrimato altre 13 volte dopo quella, ma su questo Ivano e Leandra si dichiarano “inconsapevoli” e non escludono “miracoli”.
Sul caso si è espressa nel tempo anche la magistratura che ha archiviato il caso ed escluso il dolo. Un genetista ha in passato verificato che il sangue è umano . Ivano dichirara di essere disponibile a tutte le verifiche scientifiche del caso con la prova del dna

Le possibile conseguenze di questa rivelazione

La venerazione della Madonnina di Civitavecchia è ancora in corso, ma questa sconcertante rivelazione, se confermata da successive analisi scientifiche, potrebbe aprire uno nuovo squarcio nella vicenda.

Ne abbiamo parlato con la giornalista Rai Vittoriana Abate che ha intervistato la coppia

Bruno Gaipa

Continua a leggere

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi