MODI DI DIRE – Alle calende greche

Scritto da il 29 luglio 2019

Quante volte abbiamo avuto la sensazione di non aver abbastanza tempo per realizzare una cosa, o addirittura che si allungasse il tempo in modo indeterminato. Si usa da tempo l’espressione Alle calende greche per riferirsi a un tempo che non arriverà mai, per indicare un qualcosa che si rimanda a un futuro molto lontano, indefinito.
Questo modo di dire risale all’epoca degli antichi Romani. Pare che lo abbia pronunciato per primo l’imperatore Augusto per riferirsi ad un pagamento che non avrebbe mai fatto.
Le calende, nel calendario romano, corrispondevano al primo giorno di ogni mese. Era il giorno in cui venivano realizzati tutti i pagamenti per regolare i debiti. Ma nel calendario greco le calende non esistevano, dunque “alle calende greche” significa un giorno che non arriverà mai.
E’ un po’ come dire il 30 febbraio, o il 32 dicembre oppure …domai.

 

Bruno Gaipa

Nato a Napoli. Giornalista pubblicista dal 2014. Conduttore radiofonico dal 2001. Dal 2012 a Radio Punto Nuovo. Ogni giorno, dalle 6:30 alle 10:00, anima il mattino degli ascoltatori e dalle 14 alle 15 è la voce de "Il Pomeriggio da Supereroi". Da studio, durante le partite dell'Avellino, è il filo diretto con i tifosi.
____________________________________
bruno@radiopuntonuovo.it
Bruno Gaipa

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi