Notizie dallo spazio, si parla di miraggi gravitazionali

Scritto da il 26 novembre 2020

Nella rubrica Notizie dallo spazio dedicata alle curiosità del cosmo, su radio Punto Nuovo si parla di miraggi gravitazionali.

Notizie dallo spazio, si parla di miraggi gravitazionali.

Questa settimana abbiamo parlato di “miraggi gravitazionali” e lo abbiamo fatto con il dott. Crescenzo Tortora, ricercatore astronomo dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte a Napoli.

Il dott. Tortora, rifacendosi ad un fenomeno al quale tutti abbiamo assistito almeno una volta nella vita, ovvero il manto stradale assolato che ci sembra bagnato, ci ha raccontato che “la fisica ci spiega che quando la luce del sole attraversa strati di aria a temperature e densità diverse (perché l’aria in prossimità del suolo è più calda), subisce dei fenomeni di rifrazione e cambia direzione, curvando letteralmente. Quindi se guardiamo sul manto stradale vediamo il riflesso del cielo. Assistiamo, appunto ad un miraggio”.

I miraggi gravitazionali

Qualcosa di simile ma dovuto ad una fisica diversa avviene anche nello spazio, dove è la gravità che invece modifica il percorso della luce. Il merito di aver spiegato precisamente come la gravità influenza non solo il moto di pianeti, stelle o galassie, ma anche della luce stessa, va al solito Albert Einstein, con la sua Relatività Generale.

 “Nello spazio osserviamo dei miraggi gravitazionali, chiamati lenti gravitazionali” ci spiega il dott. Tortora “che sono degli eventi astrofisici che avvengono quando la luce di una sorgente lontanissima (ad esempio una galassia) passa in prossimità di una galassia o un ammasso di galassie molto più vicini (che chiamiamo appunto lente). E il campo gravitazionale della lente modifica i percorsi della luce e la posizione apparente della sorgente lontana, proprio come un miraggio, sdoppiandola o quadruplicandola, creando archi e anelli, attorno alla lente”.

 Perché studiamo le lenti gravitazionali?

“Le lenti gravitazionali non sono soltanto delle splendide immagini”, sottolinea Tortora, “ma consentono a noi astrofisici di studiare la distribuzione di materia visibile e oscura nell’Universo, quanto è vecchio e come è fatto l’Universo stesso, nonché pesare le galassie e quindi capire come si sono formate e sono evolute“.

ASCOLTA NOTIZIE DALLO SPAZIO CON L’INTERVENTO DEL DOTT. CRESCENZO TORTORA

Katia Manna

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi