PAOLO MONORCHIO – CROCE ROSSA NAPOLI: NO AI BOTTI DI CAPODANNO

Scritto da il 30 dicembre 2020

PAOLO MONORCHIO – CROCE ROSSA NAPOLI: NO AI BOTTI DI CAPODANNO

Il 31 dicembre finalmente saluteremo questo catastrofico 2020. Sarà un Capodanno diverso: niente concerti in piazza , niente  fuochi d’artificio, niente cene al ristorante.  L’Italia sarà in zona rossa  e nessuno potrà scendere per strada.

Nonostante questo,  le forze dell’ordine continuano a sequestrare tonnellate di  botti e fuochi illegali. E’ di queste ore la notizia di un maxisequestro di botti in provincia di Napoli, tra cui anche la “bomba covid“,  nata  quest’anno. Al di là dei divieti e delle sanzioni , i botti ogni anno lasciano sul campo centinaia di feriti, soprattutto bambini . Soltanto lo scorso anno, in Italia i feriti sono stati 204, 46 dei quali a Napoli. Ma soprattutto, 43 feriti erano minorenni e tre di loro erano ragazzi napoletani. 

Questa mattina Paolo Monorchio, Presidente del Comitato di Napoli della Croce Rossa  è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo e ha lanciato il suo appello perchè non si aggiungano ai danni del Covid quelli provocati dai botti.  Il Presidente Monorchio ha anche rinnovato l’appello a partecipare alla Befana della Croce Rossa: “invece di spendere soldi per i botti facciamo un regalino per la Befana a chi è in difficoltà”. Per donare basta andare sul sito della Croce Rosa di Napoli così da avere tutti i riferimenti. 

Ascolta qui l’intervista e il suo appello:

Simonetta de Chiara Ruffo

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi