Retrophil e il suo messaggio dagli anni 90

Scritto da il 6 gennaio 2022

Abbiamo conosciuto da vicino il cantautore Retrophil che è venuto a trovarci negli studi di Napoli . Ci ha parlato del suo progetto discografico e della sua vocazione artistica e del messaggio che intende lanciare al pubblico con la sua musica. Filippo Romano è un cantautore campano di madre calabrese (Tropea) e padre campano (Montoro) . Dal mix di due terre così calde non poteva non essere concepito un artista vulcanico come lui.

Ciao Phil, ci parli del tuo progetto ?
RETROPHIL è il mio nuovo progetto discografico. Sono un Rapper ed ho la passione per tutto quello che è anni 90 e 2000, ossia videogames, film , fumetti, cartoni animati. Cerco di unire le mie due passioni , quindi prendo ispirazione da storie fantastiche e surreali per raccontare le cose che non mi vanno di questa società. Dall’estate sono entrato nel roster di Future Artist e sto lavorando con il produttore artistico Ennio Mirra che da subito si è appassionato al progetto. Da poco è uscito il primo singolo LIFE IN GAMING, ma già il 5 gennaio ne è uscito un altro. E’ il secondo , si intitola Matrix ed è ispirato alla serie Cult che tra l’altro a breve ritornerà al cinema con il quarto episodio.

Come hai iniziato a fare musica?
Ho sempre ascoltato musica Rap e Hip Hop, da lì ho iniziato a scrivere barre ispirate un po’ a quello che vivevo e ne è nata una passione. Sono passati 10 anni da quando ho iniziato a scrivere.

I sogni e le tue aspirazioni?
Lavorare nel settore musicale, in primis come Artista, ma mi piacerebbe anche iniziare a scrivere per altri interpreti e magari iniziare la carriera di Autore.

Quali sono i tuoi artisti di riferimento?
In primis Caparezza, poi i primi articoli 31, Frankie Hi Energy , Caos One insomma il rap Old School Riflessivo. Ascolto molto anche molto cantautorato, tipo De Andrè , Guccini , Brassens.

Che messaggio vuoi dare al pubblico?
Mi piacerebbe dare dei punti di vista alternativi a chi ascolta le mie canzoni.
A me non piace il Conformismo e la Massificazione e vorrei dare input e spunti di riflessione su ciò che ci circonda che non va.

 

RIASCOLTA DA QUI L’INTERVISTA

A proposito del nuovo singolo MATRIX. E’ il secondo singolo del rapper Retrophil, è un tributo alla famosa trilogia Cult in occasione dell’uscita del quarto episodio della saga al cinema (01/01/2022).

Il brano nasce dalla necessità di descrivere la realtà dominata oggi da Social e Mass Media, inserendo i
richiami futuristici tipici degli anni ’90-2000. Retrophil non vuole uniformarsi a questa realtà virtuale, oggi
dominatrice. Inoltre, il rapper evidenzia la tendenza autodistruttrice dell’essere umano.
In “Matrix” è presente una reinterpretazione di una scena dell’omonimo film che mette l’accento su una
tragica, ma concreta realtà: gli uomini non nascono fecondati, ma coltivati. L’essere umano, gradualmente,
sta perdendo il suo ruolo dominante per andare incontro ad un contraddittorio destino: essere dominato.
Le visionarie rime del Rapper scorrono veloci tra sonorità post punk anni ’90 e Cyber/Dubstep fine anni ’00.
Il singolo è pubblicato da ”Future Artist” , prodotto da Nyobass, scritto da Retrophil in
collaborazione con Ennio Mirra, distribuito in digitale da A1 Artist First.

MATRIX è disponibile in streaming e download
su tutti i principali store digitali dal 5 gennaio 2022.

Retrophil è un Rapper dall’identità misteriosa ,di lui al momento sappiamo solo che ha una
spiccata passione per il mondo dei Film, Videogiochi , Musica anni ’90 –’00.

GUARDA IL VIDEO DEL SINGOLO LIFE IS GAMING

 

Bruno Gaipa

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi