Scuola: Rientro a settembre, migliorare le condizioni dei bambini.

Scritto da il 25 giugno 2020

Arrivano le linee guida dal Ministero della Pubblica Istruzione , che poi in realtà si scoprono essere solo bozze, intanto la scuola torna in piazza il 25 giugno alle ore 18:00 per cercare di limitare i danni e per avere maggiore comprensione delle direttive del governo.

Intanto i bambini hanno perso le loro maestre i primissimi giorni di marzo ed hanno lasciato incompleti i lavoretti per la festa del papà, le prove dello spettacolo di carnevale e sono stati messi (poco e male spesso) davanti ad un Tablet per il surrogato di vita scolastico gloriosamente chiamato Didattica a distanza.

Si continua a parlare di rientro a settembre in presenza, ma le indicazioni sono poche e poco chiare.

I più piccoli si troveranno a non riconoscere più quella che per 8 ore al giorno è stata la loro casa.

Abbiamo parlato con Martina D’Alise Pedagogista, docente e madre che ci ha dato qualche consiglio su come i genitori possono gestire distacco e ritorno alla normalità.

 

Non so se è corretto dire normalità, considerando che forse non sarà possibile quel contatto fisico, quegli abbracci che tanto ci sono mancati, i giochi in giardino o in cortile, la palestra o le attività di piccolo gruppo. Chissà se sarà permesso.

Ma i bambini tutto questo se lo aspettano?

Ascoltate l’intervista per intero nel podcast.

Elisa D'Avino

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi