“Sei grassa come un maiale”: la storia di Tessa, calciatrice vittima di body shaming

Scritto da il 19 gennaio 2021

In diretta a Punto Nuovo Sport Show, in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuta Tessa Rigolino, ex capitana della Novese Calcio: “Cosa accadeva alla Novese? Abbiamo vissuto momenti difficili per il cambiamento che il nostro mister aveva avuto. Spesso durante gli allenamenti ricevevamo insulti. Non era un rapporto calciatore allenatrici. Ricevevamo insulti. Di natura sessuale? Sì. Riferiti alle persone. Era poco piacevole perché rivolti alle ragazzine. Dopo la vittoria del campionato, abbiamo avuto una vacanza premio in Puglia. Lì lui è cambiato radicalmente. Ci sono stati atteggiamenti complicati. Dopo è stato tutto difficile.  Avance fisiche in Puglia? Esattamente ad una mia compagna di squadra. Tipi di insulti? Frasi tipo “sei fatta come un maiale, fai schifo” questi erano gli insulti. Poi andava anche sul personale. La corte ha accertato che ci sono stati insulti di natura sessuale. È durato più o meno un annetto. Si sapeva? All’inizio abbiamo cercato di tenerla nascosta il più possibile. Volevamo portare a termine il campionato. Forse non si è voluto capire. La società? Era formata dal mister più che altro. Era difficile far capire qualcosa alla società. Non abbiamo detto nulla ai genitori? Personalmente ho preferito non dire nulla ai miei genitori. Non saremo arrivato a fine campionato. Abbiamo deciso di portare avanti il campionato. Figc deve tutelarci? Sono d’accordo. Serve una tutela per far sì che queste cose non accadano più a nessuno”.


Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi