SIDIGAS, il Tribunale nomina Rascio

Scritto da il 12 luglio 2019

Ratificato il concordato in bianco per la SIDIGAS. Il tribunale di Avellino ha scelto come  commissario il professore Nicola Rascio. L’avvocato e docente napoletano sovraintenderà alla predisposizione del piano che entro 60 giorni la società dovrà presentare per evitare il fallimento. Rascio dovrà anche dare il via libera alla eventuale cessione delle società sportive detenute dalla SIDIGAS. Quando fu curatore fallimentare del calcio Napoli, Rascio riuscì a ottenere da Aurelio de Laurentiis il pagamento della somma di oltre 40 milioni di euro, dei quali oltre 15 pagati come seconda rata, quando gli azzurri furono promossi in serie b. Adesso, per il professore Rascio e il suo controllato, Gianandrea de Cesare, la sfida, almeno quella sportiva, è una: garantire l’esistenza di calcio e basket che restando fuori dai campionati rischiano di avere valore zero. Con buona pace anche dei creditori prima che dei tifosi.

Gaetano Amato

Ho iniziato l'attività di giornalista nel 2001, quando il mio primo editore mi chiese: "ti piacerebbe lavorare per me? Tranquillo è un mestiere che possono fare tutti".
Dopo sedici anni confermo entrambe le cose: fare, e soprattutto essere giornalista mi piace, ed è una professione che tutti possono svolgere.
Mi alzo presto, per lavoro e perchè mi piace.
Sempre molto autocritico, mi piace nell'ordine scrivere, leggere (mai a voce alta), e parlare. Pratico sport: corsa, nuoto: così come a tavola, l'importante è variare.
Tifo Juve e soffro maledettamente per l'Avellino. Ma lo sport per definizione è la pallacanestro.
____________________________________
gaetano@radiopuntonuovo.it
Gaetano Amato

Latest posts by Gaetano Amato (see all)


Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi