Sindacalista investito: in arresto camionista casertano

Scritto da il 19 giugno 2021

Ha 26 anni, il camionista casertano che ieri avrebbe investito e ucciso il sindacalista Adil Belakhdim durante un presidio a Biandrate, in provincia di Novara. L’uomo vive a Baia e Latina, nell’Alto-Casertano, con la moglie e due figli piccoli di 2 anni e mezzo e un anno. Subito dopo il fatto, ha telefonato al suo padrino di cresima, un sovrintendente della Polizia di Stato. Gli ha raccontato ciò che aveva fatto “è successo un casino”, e subito il poliziotto gli ha detto di “tornare indietro, perchè altrimenti passerai guai peggiori”. Il giovane si è poi costituito ai carabinieri. E’ stato tratto in arresto con l’accusa di omicidio stradale. Sui social, in particolare sul profilo Facebook del camionista sono tante le persone che stanno postando commenti molto duri. “Hai lasciato i tuoi figli e quelli di Adil senza un padre” “marcirai in galera”, qualcuno ha scritto. E poi: “Io so perché hai accelerato, ma devi pagare. Peccato i tuoi figli pagheranno con te”.


Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi