Sparatoria ad Avellino, un arresto

Scritto da il 24 luglio 2021

Per vendicarsi di una lite nel quale suo figlio minorenne aveva avuto la peggio, non ha esitato ad armarsi e fare fuoco contro tre persone, che nella notte tra il 5 e il 6 luglio scorso festeggiavano in pieno centro di Avellino con altre centinaia di persone la vittoria dell’Italia nella semifinale del campionato europeo, e che per puro caso non vennero coinvolte.
Sarebbe questo il movente che avrebbe spinto un 55enne, arrestato nella tarda serata di ieri, a far fuoco con una pistola 7,65 contro tre uomini feriti in maniera non grave.
Nella spedizione punitiva, il 55enne, dipendente dell’azienda che gestisce ad Avellino la raccolta e il trasporto dei rifiuti, si è avvalso della collaborazione del figlio 17enne che, secondo le indagini della Procura avrebbe partecipato attivamente all’agguato. La sua posizione è al vaglio della Procura presso il Tribunale dei minorenni. Alla identificazione di Casanova e del figlio si è giunti anche attraverso i filmati delle telecamere della videosorveglianza

Laura De Gisi

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi