TURISMO E COPRIFUOCO: COME CONCILIARLI?

Scritto da il 22 aprile 2021

TURISMO E COPRIFUOCO: COME CONCILIARLI?

Turismo e coprifuoco: due termini che non potrebbero essere più distanti. Come conciliare l’estate, sinonimo di uscite serali, di cene, di visite dei luoghi più belli del nostro Paese con l’idea di doversi chiudere in casa o in hotel alle 22?

Eppure le ultime direttive del Governo Draghi impongono fino al 31 luglio la chiusura di tutte le attività entro le 22, con gravissime ripercussioni anche su quelle  che di turismo vivono. Oltre alle guide turistiche, agli hotel, pensiamo anche, per esempio,   alla categoria  dei ristoratori e a tutto l’indotto  del dopocena. Con un orario più flessibile ristoranti, pizzerie e bar  potrebbero avere vari “turni” ai tavoli con conseguente aumento di incassi. Fissando il coprifuoco alle 22, al massimo potranno fare affidamento su  un turno. E così via tutte le attività legate a questo settore fondamentale per l’economia italiana. Non a caso l’intero  comparto vale il 13% del PIL.

Abbiamo sentito, in merito all’argomento, Antonello di Martino, Direttore di Mani e Vulcani Magazine e responsabile di Naples and Italy, che si occupa della promozione e valorizzazione del nostro territorio attraverso eventi culturali profondamente legati alle nostre radici, anche le più nascoste.

Questo il suo intervento per intero ai nostri microfoni, ascoltalo qui:

Simonetta de Chiara Ruffo

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi