Vaccini: a Napoli 750 indecisi dicono sì dopo telefonata Asl

Scritto da il 15 luglio 2021

Si avvia alla conclusione la campagna di telefonate dell’Asl Napoli 1 a un folto gruppo di cittadini partenopei che avevano sottoscritto l’adesione al vaccino contro il covid19, erano stati convocati per sms anche 3-4 volte ma non si erano presentati. Si tratta di 4.200 cittadini e a oggi il call center allestito dall’Asl ha chiamato 3.000 di loro.

Di questi 750 dopo la conversazione telefonica hanno accettato di essere riconvocati e l’Asl sta fissando loro appuntamenti ai centri vaccinali e ai distretti.
“La cifra raggiunta – spiega all’ANSA il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva – è la dimostrazione che la nostra iniziativa era giusta e sta dando i suoi frutti. Siamo soddisfatti e se dovessero palesarsi altre assenze come queste continueremo su questa strada”.
I cittadini che hanno ribadito al telefono il loro rifiuto a vaccinarsi sono 120, mentre 450 sono non disponibili temporaneamente per malattie sopravvenute, tra cui anche il covid19. Non hanno risposto alla chiamata telefonica in 1.250 e l’Asl sta provvedendo a inviare loro degli SMS per avvisare della telefonata in arrivo.

Laura De Gisi

Diretta

Radio Punto Nuovo

Current track
TITLE
ARTIST

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi